Stampa la ricetta
TRIPPA ALLA FIORENTINA

La trippa alla fiorentina e solo uno dei tanti modi nei quali si prepara la trippa. Questa frattaglia conosciuta da sempre è utilizzata in tante regioni Italiane e si prepara in modi diversi. Alcuni  la preparano  alla Romana con il pecorino , altri alla fiorentina con il parmigiano e in certi Paesi oltremare come la Colombia, la trippa viene preparata come zuppa insieme alle patate e speziata con un po’ di coriandolo. Comunque sia la preparazione, vi assicuro che è sempre molto gradita…Laura 

TRIPPA ALLA FIORENTINA

INGREDIENTI 

Per 4/5 persone

  • 1 carota. 
  • 1 gambo di sedano. 
  • 1 cipolla piccola. 
  • 1 spicchio d’aglio.
  • 3 foglie di alloro.  
  • 1 kg circa di trippa (precotta e pulita).  
  • 120 g. di formaggio parmigiano.
  • 30 g. di burro. 
  • 70 g. di olio extravergine di oliva. 
  • 400 g. di vellutata di pomodoro. 
  • 150 ml. di vino (o mezzo bicchiere).
  • 1/2 lt. di brodo vegetale o di carne.

PREPARAZIONE

Lavate e pulite la cipolla, il sedano e la carota, tritateli finemente e metteteli in una pentola con il burro, l’olio, l’aglio intero e le 3 foglie di alloro. Lasciate rosolare fino  a che tutti gli ingredienti saranno ben amalgamati. Fate attenzione che che la cipolla e l’aglio non eccedano nella loro doratura.
Aggiungete la trippa (precotta e pulita, riduce i tempi di preparazione del piatto senza cambiare in assoluto il sapore del medesimo), togliete l’aglio e mescolatela molto bene insieme al soffritto. Lasciatela a fuoco alto per circa 20 minuti finché  tutta l’acqua rilasciata dalla trippa si sarà asciugata. Fate cuocere mescolando di tanto in tanto. 

Non appena la trippa si sarà asciugata bene,  aggiungete il vino bianco e lasciate evaporare, successivamente aggiungete del brodo.

Dopo di chè incorporate la passata di pomodoro e versate il rimanente brodo. Lasciate cuocere per circa un’ ora, mescolando frequentemente. 
A fine cottura aggiungete il formaggio parmigiano. Servite caldo. 
C’e chi suggerisce accompagnare la trippa con  patate o con pane toscano. Io suggerisco  di accompagnarlo con del  riso bianco (tipo basmati). E’ veramente strepitoso. L’intingolo si abbina benissimo con il sapore neutro del riso. Buon appetito. 
Stampa la ricetta