Stampa la tua ricetta
TORTA DOLCE DI RISO

Questo dolce fa parte della cucina bolognese. La torta dolce di riso era anche chiamata La torta degli addobbi è un tipico dolce che appartiene alla tradizione petroniana. Veniva preparata durante la ” Festa degli addobbi ” festa istituita fin dal XVII secolo per il decennale di una parrocchia in cui era uso esporre alle finestre, in segno di  festa,  dei drappi colorati. In tale occasione, le case dei parrocchiani restavano aperte alle visite di  vicini e conoscenti e agli ospiti si offriva questa torta tagliata in piccoli rombi ciascuno sormontato da uno stuzzicadenti… Facciamo un tuffo nella storia!

TORTA DOLCE DI RISO 
INGREDIENTI
  • 200 g. di riso da insalate.
  • 1 litro di latte fresco.
  • 200 g. di zucchero.
  • 80 g. di buccia d’arancia candita e tagliata a dadini.
  • 80 g. di nocciole tritate grossolanamente.
  • Una bustina di vanillina.
  • La scorza grattugiata di un limone.
  • Un pizzico di sale.
  • 3 uova.
  • Burro.
  • Pan grattato.
  • Liquore dolce (Si dovrebbe utilizzare della Strega o del Sassolino) io ho usato del marsala.

PREPARAZIONE

TORTA DOLCE DI RISO
 
In una casseruola mettete a bollire il latte con un pizzico di sale, non appena avrà raggiunto il bollore versateci il riso , metà dello zucchero e lasciate cuocere a fuoco ridotto, fino alla quasi totale consumazione del latte. Lasciate raffreddare il riso  completamente.
 
 
In una terrina a parte, sbattete i tuorli con il rimanente zucchero, fino a che otterrete un composto chiaro e cremoso. 
 
 
 
Montate a parte i bianchi a neve ben solida e tritate grossolanamente le nocciole. Versate quindi nel riso, le uova sbattute, i bianchi montati a neve, le nocciole, le bucce di arance candite,  la vanillina e la scorza grattugiata di un limone. Mescolate bene il tutto delicatamente per evitare di sgonfiare i bianchi.
 
 
Ungete una teglia da forno con un po’ di burro e ricopritela di pan grattato eliminando il superfluo. Versateci il composto e fate cucinare in forno preriscaldato a 160° per un’ora. 
 
 
Sfornate e lasciate raffreddare, poi punzecchiate la superficie con una forchetta
 
 
e irrorate con un bicchierino di liquore dolce (Io ho usato del marsala). Consumare preferibilmente il giorno dopo.
 
 
Stampa la tua ricetta
GESTIONEPLUS