Stampa la ricetta
PEPERONI ARROSTITI
Siamo appena rientrati dalle vacanze, riprendere la routine non è per nulla facile, ci costa sempre un po’ e allora, per incominciare la nuova stagione ho deciso di fare qualcosa di molto semplice ma molto saporito, i peperoni arrostiti. Un piatto che si può offrire come antipasto ma anche come contorno.  L’aglio, per chi non piacesse, è facoltativo, ma senza dubbio mette in risalto tutti gli altri sapori.
PEPERONI ARROSTITI 
INGREDIENTI 
 
  • 2/3 Peperoni (Giocare con i colori dei peperoni rende il piatto molto più accattivante).
  • 2 spicchi d’aglio.
  • 2 cucchiai d’olio extravergine d’oliva. 
  • Sale q.b.
 
PREPARAZIONE 

Lavate e asciugate i peperoni, metteteli su una griglia direttamente posata sul fornello a fuoco basso. La pelle del peperone deve cucinarsi fino a diventare completamente nera, girateli ogni tanto per abbrustolire tutti i suoi lati. Appena pronti, metteteli dentro una busta di plastica e chiudetela facendo un nodino leggero. Lasciate raffreddare. 

Passata per lo meno una mezz’ora, estraete dalla busta i peperoni e togliete loro la pelle bruciacchiata. Fate quest’operazione su un piatto o recipiente, perché nel suo interno il peperone ha ritenuto tutti i liquidi che serviranno a sua volta per poi condirli insieme all’aglio e all’olio. Di fatto, potete fare una piccola incisione per aiutare a far fuoriuscire il liquido. Dopo aver sbucciato i peperoni  apriteli togliendo il peduncolo e i semini, potete aiutarvi anche con un po’ d’acqua corrente.  Con le mani cercate di sfilacciare il peperone a julienne. 

Infine, unite il liquido appena rilasciato dai peperoni, i peperoni a julienne, il sale, l’olio extravergine d’oliva e l’aglio tagliato grossolanamente. Cosi darà solo sapore e si potrà togliere al momento di portarli a tavola. Se l’aglio è da voi molto gradito allora potete tritarlo finemente e incorporarlo ai peperoni.  Buon appetito!!!
 
Potete conservarli in frigorifero in un recipiente sterilizzato aggiungendo un po’ più d’olio.  Avrà una durata di massimo 1 settimana. 
Stampa la ricetta