Stampa la ricetta

EMPANADAS – Colombia

All’uscita di ogni chiesa in Colombia c’è una vendita di EMPANADAS. Fantastiche… bisogna fare la fila per comprarle ancora calde. Sono buonissime e in famiglia ne andiamo ghiotti.


EMPANADAS COLOMBIANAS
Per circa 30 empanadas

INGREDIENTI

Per il ripieno

  • 300 g. di carne da bollito 
  • 4 patate medie. 
  • 1 dado di pollo o di carne. 
  • 1 cipolla piccola. 
  • 2/3 pomodori maturi. 
  • 1 cucchiaino di cumino. 
  • 1 punta di curcuma. 
  • 1 spicchio di aglio.
  • Sale q.b.


Per l’impasto

  • 1 tazza di farina di mais. 
  • 2 cucchiai rasi di amido di manioca. 
  • 1 tazza d’acqua tiepida 
  • 1 punta di curcuma.

PREPARAZIONE


Tagliare la carne e le patate a pezzi grossi. Mettere sul fuoco in una pentola con dell’acqua a filo e aggiungere un dado.


Aggiungete la cipolla e l’aglio finemente tritati, il cumino in polvere, la curcuma e sale q.b. Il ripieno deve avere un sapore deciso. 

 

Tagliate finemente anche i pomodori, e aggiungeteli al ripieno. Lasciate cuocere a fuoco moderato fino ad eliminare tutta l’acqua. Mescolate ogni tanto. Se la carne a fine cottura rimane ancora integra potete macinarla e incorporarla di nuovo insieme alle patate, che devono rimanere in pezzi molto piccoli.
 
 

In una ciotola disponete la farina di mais, l’amido di manioca e l’acqua tiepida con la curcuma diluita. Lavorate con le mani fino ad ottenere un impasto omogeneo.

 
 

Quando l’impasto è diventato soffice ma non appiccicoso, prendete una piccola porzione, fate una pallina con la mano e schiacciatela con un apposito strumento, un piatto, una tavoletta di legno o qualunque cosa abbiate a disposizione per farla diventare piatta e circolare.

 

Aggiungete una piccola porzione di ripieno e chiudete esercitando una leggera pressione con le dita in modo da sigillare le estremità.

 

Friggetele in abbondante olio caldo (circa 190°C). Se usate una friggitrice l’operazione sarà più semplice, in quanto quest’ultima mantiene la temperatura costante. Saranno pronte quando avranno acquisito un bel colore dorato e al contatto con la schiumarola si percepirà la loro croccantezza. Posatele su un piatto ricoperto con carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso.

 
Vi suggerisco di mangiarle leggermente tiepide, con un po’ di limone o con un po’ di salsa piccante.




Stampa la ricetta