Stampa la ricetta
CROSTATA DI MARMELLATA

Questa crostata di albicocche ha una storia, una storia che incomincia quando io e mio fratello eravamo piccoli. 

Quando ci alzavamo la mattina, per quanto presto l’avessimo fatto, mio nonno era già in piedi da un bel pezzo; si preparava, come tutte le mattine, a farci la sua solita Crostata di albicocche, per noi: la nostra preferita.

In piedi a capotavola  incominciava a spargere la farina nel suo tagliere di legno. A quei tempi le torte si facevano tutte a mano; incominciava per preparare con la farina una bella fontanella nel cui centro incorporava tutti gli altri ingredienti. Cominciava a impastare molto delicatamente e quando le sue mani erano piene di farina, uova e zucchero le avvicinava a noi dicendo:  “Sentite che buon profumo … ” e quando noi ci accingevamo ad annusare … ecco li che succedeva: il nostro nasino rimaneva impastato … e morivamo dalle risate. 

CROSTATA DI ALBICOCCHE

INGREDIENTI 

  • 300 g. di farina 00
  • 100 g. di zucchero
  • 100 g. di burro.
  • 8 g. di lievito per torte.
  • 2 uova
  • Un pizzico di sale
  • 150 g.di marmellata di albicocca (o a vostro piacimento)

VIDEORICETTA

PREPARAZIONE

L’impasto potete farlo tranquillamente a mano, nonostante io ho facilitato il lavoro usando la planetaria. Dopo unire tutti gli ingredienti:  farina, zucchero, sale, lievito, burro a temperatura ambiente e uova potete mescolate bene il tutto fino a formare un impasto liscio e morbido.

L’impasto non deve rimanere appiccicoso.   A parte imburrate e infarinate uno stampo di circa 20 centimetri di diametro dopodichè depositate sullo stampo 3/4 dell’impasto, incominciando dal centro stendetelo con le mani fino ad arrivare ai laterali. Ricordate di mantenere sempre lo stesso spessore su tutta la superficie.

Spalmate la marmellata omogeneamente su tutta la superficie. Se la marmellata è un po gelatinosa potete perfettamente diluirla con un goccino d’acqua.

Con l’impasto restante fate delle listarelle e formate una griglia. Infornate 20 min a 160°C e sucessivamente aumentate la temperatura a 170°C per altri 20 min.

Ritirare la crostata di albicocche dal forno e lasciatela raffreddare. (io non ci riesco). Cospargete un po’ di zucchero a velo sulla superficie, se è di vostro gradimento.

Buona Colazione.

Grazie Nonno e un enorme grazie anche alla nostra  Zia Stefania per conservare la sua ricetta e con essa, questa tradizione.

Stampa la ricetta

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*