Stampa la tua ricetta
BISTECCA ALLA FIORENTINA

La bistecca alla fiorentina è una carne ricavata dalla lombata del bovino tra i 15 e i 18 mesi d’età. Questo taglio contiene una parte di filetto e un’altra di controfiletto separate dall’osso centrale a forma di T. Secondo gli esperti la differenza tra la bistecca alla fiorentina e il famoso T-BONE, risiede nel suo spessore e peso. La fiorentina per essere nominata come tale, deve avere uno spessore di circa 5 centimetri e un peso superiore agli 800 g.  Sotto queste dimensioni, questa lombata di carne si divide in T-bone, nome inglese che deriva dalla forma da T dell’osso, e nel famoso Porterhouse. Comunque sia è una carne molto pregiata, tenera, gustosa e il miglior modo di prepararla è sulla brace, ammesso che ci sia bel tempo. Altrimenti si può anche preparare alla piastra. Con qualche accorgimento otterrete un’eccellente bistecca fiorentina.

BISTECCA ALLA FIORENTINA RICETTA

Valori nutritivi per porzione

  • 1033 calorie
  • 0 g. carboidrati
  • 69 g. grassi
  • 96 g. proteine

Ingredienti per 2 persone

  • 2 fette di fiorentina (lombata di bovino tra i 15 e i 18 mesi d’età di circa 900 g. clciasxuna e con spessore di minimo 5cm)
  • 1 cucchiaio d’olio
  • Sale q.b

BISTECCA ALLA FIORENTINA VIDEORICETTA

RICETTA PASSO PASSO

ricetta bistecca fiorentina passo passo 1

Acquistate la carne dal vostro macellaio di fiducia e assicuratevi che lo spessore del taglio non sia inferiore ai 5 centimetri. La parte iniziale della lombata è la parte migliore. Prenotatela.

ricetta bistecca fiorentina passo passo 2

Accedete il fuoco fino ad ottenere una brace vivace e con poca fiamma, scaldate bene la griglia e adagiate la carne leggermente unta d’olio.  Lasciate cuocere da ogni lato durante 4  minuti circa , facendo sempre molta attenzione che la fiamma non sia mai in contatto diretto con la carne.

La cottura ideale per questa tipologia di carne è quella chiamata “al sangue ” e i tempi di cottura da noi proposti sono per raggiungere questo grado di cottura. Se non siete pratici, potete aiutarvi con un termometro da cucina che, raggiunto il punto giusto di cottura della carne, deve rilevare una temperatura pari a 60°C .  A fine cottura aggiungete abbondante sale. Servite al momento.

Cottura alla piastra

Per ottenere un buon risultato anche con la cottura alla piastra questi sono i suggerimenti:

  1. Usate preferibilmente una piastra di ghisa. La ghisa si scalda molto bene e in forma omogenea.
  2. La piastra deve essere molto calda. Questo sigilla la carne ed evita che perda i suoi succhi, lasciando così la carne molto succosa.
  3. Ungete la carne  con olio di semi su tutta la sua superficie.
  4. Appoggiate la carne sulla piastra, incominciando dai lati. Lo spessore della carne permetterà che rimanga in piedi, meglio se lo fate prima sulla parte del grasso, visto che questo tenderà a sciogliersi e a rilasciare un gustoso sapore dove dopo adagerete la carne. Cuocete per qualche minuto su tutti i lati.
  5. Adagiate la carne prima su un lato e dopo sull’altro, per circa 4 minuti a lato. Salate.
  6. Servite calda e degustatela con un buon vino rosso fermo e corposo.
BISTECCA ALLA FIORENTINA2
Stampa la tua ricetta